logo SISS 2016 C top

Enrico Fabris
Olimpionico 2006
Marco Pantani
Vittoria al Tour de France 1998
Primo Carnera
Campione Mondiale Pesi Massimi 1933-34
Ondina Valla
Olimpionica 80 metri ostacoli a Berlino 1936
Valentina Vezzali
Olimpionica individuale 2000, 2004, 2008
Tazio Nuvolari
Vanderbilt Cup 1936

logo siss 2016 c topIl Consiglio Direttivo SISS si è riunito durante l'anno in quattro occasioni: il 3 marzo, il 12 luglio, il 28 settembre e il 10 ottobre. Avvalendosi dell'ospitatalità dell'Accademia Olimpica Nazionale Italiana (AONI) nel Centro “G. Onesti” in Roma.

Alla prima riunione hanno partecipato il Presidente Andrea Claudio Galluzzo, il Vice Presidente Angela Teja, il Segretario Maria Mercedes Palandri, i Consiglieri Sergio Giuntini e Marco Impiglia. A seguito delle avvenute dimissioni di Angela Teja, nelle restanti riunioni è subentrato, in qualità di Consigliere, Nicola Sbetti. La carica di Vice Presidente è stata considerata da quel momento vacante. Hanno contribuito al governo della SISS una serie di consultazioni operate dai membri del Direttivo sia singolarmente con agenti interni/esterni sia fra di loro, via mail, skype e in varie sedi e circostanze. Il principio che ha informato l'attività è stato quello di mutare il panorama dei rapporti intrattenuti da SISS con importanti enti che, nel passato, si erano purtroppo allontanati. Alcune scelte, anche dolorose e non da tutti condivise, sono state effettuate al fine di aderire al piano di rilancio del settore editoriale, centrato sul varo di una rivista SISS che offrisse i requisiti Anvur richiesti. Dopo un’iniziale ipotesi promossa da alcuni soci, pronti a dare seguito a un progetto con la sponsorizzazione della SISS, in veste di “maggiore promotrice”, il Direttivo, non ritenendosi soddisfatto nella maggioranza dei suoi membri, dell'opzione prospettata, ha valutato e deciso di compiere una verifica del panorama italiano del settore e di rivolgersi altrove.

Al principio dell'autunno, è arrivato così un nuovo, più idoneo accordo  raggiunto col gruppo “Lancillotto e Nausica” (LN).  Un’intesa ottenuta grazie alla proposta e alla mediazione dell'AONI – Accademia Olimpica Nazionale Italiana, nella persona del suo Presidente, il campione olimpico Ing. Mauro Checcoli, la quale prevede un omnicomprensivo accordo-quadro strategico dotato di una visione delle edizioni SISS a lungo termine grazie al quale avviene la riformulazione completa del piano editoriale. Sorge, pertanto, il Dipartimento Editoria di SISS “Lancillotto e Nausica” con piena autonomia scientifica il quale permetterà ai soci SISS un canale privilegiato di espressione delle loro attività di ricerca e storiografia. Il tutto in un'ottica di rafforzamento strategico, diversificazione dei prodotti culturali e innalzamento della loro validità sia scientifica che penetrativa. Tutti i prodotti editoriali (Rivista LN, cartacea e online, Quaderni, Atti, oltre alle collane Percorsi e Movimenti) verranno gestiti e sviluppati dal Dipartimento Editoria e realizzati dall’esperienza di LN in modo che vedremo uscire, nel corso del 2018 sotto l'egida sissina, oltre al magazine Lancillotto e Nausica. Critica e storia dello sport (nato nel 1984), anche una versione online della suddetta rivista, ampliata nei contenuti e nei tempi rispetto a quella cartacea per venire incontro a una più ampia fruizione mediatica.

I due periodici affiancheranno la nostra solida collana Quaderni della SISS (QdS), che ha in programma due volumi ad aprile (sport equestri) e a ottobre-novembre (pallavolo). Entrambi i numeri, il settimo e l'ottavo della serie, si autofinanzieranno e, anzi, concederanno alle casse un surplus di introiti, mercè le sponsorizzazioni delle Federazioni coinvolte. Denari che torneranno utili per lavorare a un ulteriore numero speciale dedicato alla pubblicazione congiunta degli atti dei convegni di Bologna, Caserta e Vercelli. Tre incontri a valenza nazionale e internazionale tenuti, con ottima organizzazione e splendidi risultati, nel 2016 e nel 2017. I temi sviluppati: “L’Eroe Sportivo”, “Sport e Grande Guerra, il contributo del Sud”, “Sport e Rivoluzione”.

Di concerto con questa tessitura del vestito editoriale che la nuova SISS nella sua impostazione accademica si è voluta dare, è proseguita l'opera di ristrutturazione del sito web, che via via sarà sempre più rispondente alle nostre esigenze: la puntuale vetrina di tutte le nostre azioni e raggiungimenti: chi siamo, cosa facciamo e in che direzione ci muoviamo Tra gli obbiettivi principali, c'è la progressiva attivazione del Forum, affidato nella gestione dei suoi temi ai Direttori di Dipartimento, e di una newsletter da spedire ai soci, decisive modalità di espressione democratica dell'Istituto.  Il dialogo aperto, sincero e costante tra di noi. Tutti siamo invitati ad utilizzare questo prezioso strumento.

Il 2017 è anche il rivoluzionario anno di attivazione della Rete SISS. Nascono le SISS locali che affiancano la SISS centrale. In sintesi l’organizzazione territoriale di SISS si articola in Coordinatori Regionali e, ove disponibile, i Vice Coordinatori e Delegati Provinciali. L’organizzazione territoriale, in armonia con i principi e gli indirizzi fissati dallo statuto, coopera con gli organi centrali di SISS per le azioni svolte da questi ultimi sul territorio; promuove e cura, nell’ambito delle proprie competenze, i rapporti con le strutture territoriali formative, culturali e sportive nonché i rapporti con le amministrazioni pubbliche e con ogni altro organismo competente. La Rete SISS svolge altresì compiti di supporto operativo, informativo e di sviluppo della storia dello sport in tutti i suoi aspetti attraverso azioni di sensibilizzazione, di promozione e collaborazione. Il Consiglio Direttivo SISS esercita il controllo delle proprie strutture territoriali e dei responsabili da esso nominati.

Il 2017 è stato l'anno del varo del primo corso di formazione, partito sotto l'egida del Dipartimento Beni Culturali Sportivi, diretto dalla prof.ssa Teja, e condotto, il 27-28 febbraio all'Archivio di Stato di Roma, dal Vice presidente del Dipartimento, il prof. Donato Tamblé, in collaborazione col Centro Studi “Sports Records” e l'Associazione Nazionale Archivistica Italiana (ANAI). In questi mesi il lavoro sotto traccia del Consiglio Direttivo ha permesso l’accreditamento MIUR dei primi corsi che prenderanno vita nella primavera 2018 e che saranno la base essenziale per l’accreditamento ministeriale di SISS come ente formativo riconosciuto, traguardo auspicato e previsto per il 2019.

Varie altre sinergie sono state promosse e/o poste in fase di attivazione. Ad esempio, quella con l'UNASCI dell'avv. Bruno Gozzelino, società benemerita CONI con la quale è in stipula una convenzione ad hoc. O quella, preziosissima per il supporto logistico che offre, sancita con la European School of Economics (ESE), istituto che ha le sue sedi italiane a Roma, Milano e Firenze (Palazzo Rosselli, casa ufficiale sissina). Accordi e intese si stanno stabilendo, oltre che con l'AONI, la Scuola dello Sport e le Federazioni Sportive Nazionali, anche con un soggetto di assoluta rilevanza come la Fondazione Museo del Calcio (Coverciano), espressione della FIGC che, nel 2018, potrebbe legare SISS ad alcune sue iniziative. Non dimenticando le tante sinergie allacciate negli anni pregressi sotto le presidenze Lombardo - Teja, e che sono continuate nell'anno che sta per andare (CESH, SISSCO, LUMSA, UNVS, SISM, ecc.). 

Ma soprattutto SISS ha visto l’importante evoluzione in positivo dei rapporti col CONI. Il 16 dicembre la SISS festeggerà, con l'Assemblea generale a Firenze, l'ingresso nel suo quindicesimo anno di vita. Tre lustri che saranno vieppiù celebrati dalla possibilità, concessa da Giovanni Malagò, di aprire ufficialmente, con la cerimonia di consegna dei nostri tre Premi speciali, la tradizionale assemblea del CONI di fine anno di fronte ai presidenti di tutte le federazioni olimpiche italiane. Evento che si terrà nel pomeriggio di martedì 19 dicembre nel sontuoso scenario del Salone d'Onore al Foro Italico.

Saremo tra i protagonisti. Testimonianza del prestigio che la nostra istituzione sta oramai acquisendo. L’obbiettivo è rendere quest’occasione tradizionale, ovvero un appuntamento stabile nel calendario dello sport italiano. L’obbiettivo è, passo dopo passo, rendere SISS l’indiscutibile e insostituibile istituzione culturale di riferimento per la storia dello sport in Italia.

Andrea Claudio Galluzzo
Presidente

 

logo SISS 2016 small