logo SISS 2016 C top

Marco Pantani
Vittoria al Tour de France 1998
Tazio Nuvolari
Vanderbilt Cup 1936
Enrico Fabris
Olimpionico 2006
Valentina Vezzali
Olimpionica individuale 2000, 2004, 2008
Primo Carnera
Campione Mondiale Pesi Massimi 1933-34
Ondina Valla
Olimpionica 80 metri ostacoli a Berlino 1936

SISS reggia di casertaLa SISS - Società Italiana di Storia dello Sport - e la SISM - Società Italiana di Storia Militare -, con la collaborazione dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito, organizzano a Caserta nei giorni 5 e 6 ottobre un Seminario sul contributo del Sud d'Italia nel rapporto tra mondo dello sport e prima guerra mondiale. Il Mezzogiorno italiano non è stato sede di azioni belliche, tuttavia questa zona del nostro territorio nazionale è stata pesantemente coinvolta nell'offrire un gran numero di coscritti per un rilevante impegno sul fronte.

Un impegno che ha portato migliaia di persone al generoso sacrificio della propria vita. Molte di quelle persone erano degli sportivi, ma questo non è l'unico trait d'union tra i due mondi le cui relazioni si vogliono analizzare. Lo sport infatti è anche servito, soprattutto al Sud, come catalizzatore dello spirito di appartenenza a un'unica patria, quando questa consapevolezza non era ancora ben radicata in tutto il paese. La vita di trincea ha infatti accelerato il processo di unità nazionale accomunando soldati di tutte le regioni d'Italia, e lo sport si è così trovato ad affiancarsi alla coscrizione e all'istruzione obbligatorie come un grande fenomeno di massa che ha coinvolto gli italiani nel processo di nazionalizzazione, in cui si è avvantaggiata anche la divulgazione dello sport.

Siss e Sism hanno già affrontato insieme il tema di Sport e Grande guerra nel 2014 a Firenze, con un Convegno che ha visto la partecipazione di numerosi studiosi provenienti da tutta Italia e anche dall'estero, appartenenti a più enti di ricerca. In questa nuova occasione di studio si vogliono piuttosto analizzare le vicende del nascente sport italiano in rapporto alla diversa situazione socio-economica del Sud, centro da sempre sensibile agli scambi culturali nel Mediterraneo. I ricercatori potranno impegnarsi su diversi focus al Seminario di Caserta, trattando non solo degli sportivi meridionali impegnati in guerra, ma anche guardando alla testimonianza delle truppe alleate e dei loro metodi ginnico-addestrativi nelle terre del Sud e alle conseguenze sullo sport nascente in quelle zone, si pensi per esempio all'operato dell'Ymca. Così sarà interessante guardare alle società ginnastiche cattoliche particolarmente numerose al Sud e al loro impegno di vite umane e addestrativo in guerra, come pure alle donne del Sud nell'ipotesi in cui anch'esse abbiano iniziato a impegnarsi in campo sportivo in quel periodo di loro affermazione sociale. Non mancherà un settore dedicato agli archivi in quanto contenitori di documentazione indispensabile alla ricerca storica, e tutti gli altri focus inerenti il tema sui quali gli studiosi vorranno concentrare la loro attenzione. Il seminario sarà anche l’inizio di un percorso culturale di interventi programmati nelle scuole della regione Campania per sviluppare la conoscenza dello sport in quanto elemento di crescita culturale per la società e di pace tra i popoli attraverso la chiave di lettura della storia.


Sport e Grande Guerra, il contributo del Sud

Caserta, Liceo Statale Alessandro Manzoni, 5-6 ottobre 2017

Comitato Scientifico
Col. Cristiano Maria Dechigi (Ufficio Storico Sme e Sism), col. Marco De Paolis (Ufficio Storico Aeronautica Militare e Sism), prof. Felice Fabrizio (Siss), prof. Sergio Giuntini (Siss), prof. Andrea Claudio Galluzzo (Siss), prof. Virgilio Ilari (Sism e Università di Milano), dott. Nicola Sbetti (Siss, Università di Bologna), prof. Donato Tamblé (Siss, Sism e Centro Studi Sports Records), prof. Angela Teja (Siss e Sism).

Comitato Organizzatore
Dott. Raffaele Ciccarelli, giornalista e membro Siss, Col. Franco Colella, Ufficio Storico Sme, dott. Luciano De Luca, delegato Siss Caserta, dott. Maria Mercedes Palandri, Segretario Siss, Avv. Adele Vairo, Dirigente Scolastico Liceo Manzoni.
Gli abstract (della lunghezza massima di 4000 battute, corredate da un breve cv), dovranno pervenire a Luciano De Luca (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) entro il 30 giugno 2017. Il CS comunicherà entro il 15 luglio gli esiti del suo referee.
A Luciano De Luca vanno anche indirizzate le richieste di informazioni, e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., cell. 3200975668.
Il Seminario sarà ospitato dal Liceo Statale A. Manzoni che darà la sua collaborazione alla fase organizzativa dell’evento.
Il Seminario sarà patrocinato da: Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, Archivio di Stato di Caserta, Comune di Caserta, Reggia di Caserta, Ufficio Storico Aeronautica Militare, Ufficio Scolastico Provinciale di Caserta, Università Parthenope di Napoli, Centro Studi Sports Records. Archivi e Memoria dello sport, Sissco, Aoni, Società di Storia Patria di Terra di Lavoro.

Luciano De Luca
Società Italiana di Storia dello Sport

 

 

logo SISS 2016 small